Formazione

Che cos’è la Formazione?

Il termine Formazione deriva dalla parola latina “formatio, formationis” e sta a significare l’atto, la modalità di dare una “forma” alle cose. Dove per forma, termine anch’esso derivato dal latino, si intende l’aspetto esteriore con cui si configura ogni oggetto (corporeo o fantastico) o una sua rappresentazione.

In questo articolo mi concentro sull’uso figurato del concetto, e cioè riferito allo sviluppo psicofisico e intellettuale di una persona, o alla preparazione e all’addestramento specifici.

In ambito quotidiano dunque la formazione riguarda un processo di sviluppo individuale o di gruppo, finalizzato all’incremento delle conoscenze ed al miglioramento delle capacità su temi specifici.

Esistono formazioni su svariati argomenti: dai corsi di cucina all’apprendimento iniziale di uno sport, alla quelli relativi all’apprendimento di una lingua, alla formazione in ambito lavorativo.

Tutta la nostra vita è caratterizzata dalla formazione: dai primi anni di scuola, alla formazione universitaria, alla scuola guida per imparare a guidare la macchina, alla formazione in azienda su tematiche molto tecniche o sulle competenze relazionali.

A che cosa serve la Formazione?

In un contesto mondiale in continuo cambiamento ed interessato dallo sviluppo di tecnologie sempre più innovative, come quello attuale, la formazione assume un’importanza fondamentale, perché mentre in passato le rivoluzioni industriali hanno interessato per lo più competenze manuali, oggi la rivoluzione dell’industria 4.0 interessa l’ampliamento dello sforzo cognitivo e l’apprendimento di maggiori quantità di nozioni.

Si parla infatti di apprendimento durante tutto il ciclo di vita (life-long learning) perché la sfida che interessa le persone è di sviluppare conoscenze e competenze che permettano di affrontare con efficacia cambiamenti tecnologici, sociali ed economici continue, complesse e imprevedibili.

Qualche esempio di contenuti formativi attuali in azienda può rappresentare il concetto di innovazione, strategie, valori, pratiche e comportamenti, le competenze digitali, lo smart working, le soft skills, ecc.

In ambito privato la formazione invece può riguardare l’apprendimento di pratiche negli ambiti più svariati: dalla fotografia alla comunicazione efficace, dalla riduzione delle convinzioni limitanti al saper suonare la chitarra.

La formazione in generale serve dunque ad ampliare le conoscenze su un determinato argomento, o se si tratta di un’attività pratica, apprendere a saper fare qualcosa.

La sfida dei corsi di formazione più pratici è quello di tradurre il sapere ed il saper fare in competenze, attraverso l’esperienza. Per questo motivo è di fondamentale importanza focalizzarsi non tanto su una mera trasmissione di informazioni, quanto su specifiche skills, cioè competenze che possano essere trasversali non soltanto in ambito professionale, ma anche in contesti privati e relazionali.

 

Ti piacciono i miei contenuti e vorresti approfondirli in maniera strutturata?

Visita la mia scuola su Teachable per scoprire i miei corsi di formazione ed i servizi individuali che possono incrementare le tue risorse personali e professionali o arricchire le tue soft skills.